medicine termometro influenza febbre

Scoperto il virus della prossima epidemia influenzale

Un gruppo di ricercatori cinesi e giapponesi ha scoperto un virus influenzale trasmissibile all’uomo che rischia di causare una nuova epidemia.

 

Il virus, denominato EAH1N1 (Eurasian avian-like H1N1), era già noto dal 1979 come virus prevalentemente suino per il quale erano stati registrati però alcuni casi di contagio nell’uomo. Le caratteristiche biologiche del virus, tuttavia, erano ignote.

 

Nello studio, pubblicato sulla rivista PNAS, gli scienziati hanno esaminato 36.417 maiali e isolato 243 virus influenzali, classificando i diversi ceppi virali appartenenti al gruppo EAH1N1 in cinque genotipi, tutti in grado di infettare l’uomo, raggruppati in due gruppi antigenici; è stata quindi esaminata la presenza di anticorpi specifici per i virus considerati in un campione di popolazione.

 

È emerso che solo una ristretta minoranza dei soggetti esaminati (e nessuno nel gruppo di età 10-60 anni) presenta gli anticorpi in grado di neutralizzare l’infezione da parte dei due gruppi di virus.
Questi dati, secondo Hualan Chen dell’Harbin Veterinary Research Institute e a capo dello studio, portano a concludere che “il virus EAH1N1 è probabilmente quello che causerà la prossima pandemia influenzale. Gli attuali vaccini influenzali e l’immunità preesistente nella popolazione umana non sono sufficienti per proteggere da questi virus”. Il professor Yoshihiro Kawaoka, virologo e tra gli autori dello studio, afferma che i governi dovrebbero provvedere a incrementare le attività di monitoraggio e l’identificazione dei ceppi virali.

 

Nell’attesa che siano disponibili nuovi vaccini in grado di proteggere da questi virus, la raccomandazione è di monitorare attentamente la popolazione (anche attraverso sistemi di controllo di massa della temperatura come ThermoScreen) per identificare immediatamente eventuali focolai di infezione e limitarne la diffusione.