efficienza energetica

Diagnosi energetica: gli obblighi per le grandi imprese

Dal 5 dicembre 2015 le grandi imprese hanno l’obbligo di adempiere a specifici obblighi in materia di efficienza energetica, stando a quanto previsto dal D.Lgs 102/2014.

Tali aziende dovranno infatti dotarsi di diagnosi sulle prestazioni energetiche delle sedi produttive presenti sul territorio nazionale o di sistemi di gestione certificati che prevedano elementi sistematici di diagnosi energetica. Si dovrà poi provvedere ad aggiornare ogni quattro anni per non incorrere in sanzioni amministrative.

 

Le imprese interessate dalla novità, stando a quanto precisato nel Decreto 102/2014, sono quelle che occupano oltre 250 dipendenti o che superano un fatturato annuo di 50 milioni di euro e un totale di bilancio annuo di 43 milioni di euro. Sono esenti le imprese al di sotto di questi parametri, sebbene il decreto preveda per le PMI degli incentivi per incoraggiare l’attuazione di interventi di risparmio energetico o di gestione dell’energia conformi alla norma ISO 50001.

 

Le imprese a forte consumo di energia (secondo l’art. 39 del DL 83/2012, le imprese con consumo annuo superiore a 2,4 GWh o con rapporto costo energetico/fatturato pari almeno al 3%) saranno tenute, oltre che alla diagnosi quadriennale, ad attuare interventi di efficienza secondo quanto individuato dalla diagnosi medesima o avviare sistemi di gestione dell’energia conformi alla norma ISO 50001.

 

Le diagnosi energetiche hanno lo scopo di dare le informazioni necessarie per calcolare dettagliatamente i parametri per le misure proposte, monitorare le prestazioni e prevedere i potenziali risparmi derivanti da un incremento dell’efficienza energetica. I risultati dovranno poi essere comunicati a ENEA e a ISPRA; il primo ente, in particolare, curerà i controlli, anche attraverso ispezioni, della conformità delle diagnosi.

Il D.Lgs. 102/2014 prevede sanzioni pecuniarie da 4 a 40mila euro per il mancato adempimento all’obbligo della diagnosi o da 2 a 20mila euro nel caso di diagnosi non conformi alla normativa.

 

Contattateci per maggiori informazioni.