monitoraggio gas radon edifici materiali

Monitoraggio del Gas Radon negli edifici e nei materiali

monitoraggio gas radon edifici materialiLa concentrazione di Gas Radon negli edifici dipende da molti fattori: dalla presenza di Uranio o Torio nel sottosuolo e/o nei materiali da costruzione, dalla permeabilità del suolo, dalla morfologia e dalla tipologia del terreno, dall’utilizzo di acque di pozzo e dalle abitudini di vita. Anche in aree dove generalmente si riscontrano basse concentrazioni di gas Radon esiste la possibilità che in alcuni edifici vi sia una presenza elevata di questo gas radioattivo (ad esempio in edifici costruiti con intonaci pozzolanici, tufo o arredati con pietre vulcaniche, graniti, ecc.) dove si possono misurare elevati livelli di Radon anche ai piani più alti.
Le tecnologie costruttive degli edifici e i materiali utilizzati influenzano molto i livelli di Radon che si misurano poi nell’edificio.

La conoscenza del territorio e il monitoraggio della quantità di gas Radon che viene dal sottosuolo o quanto gas Radon rilasciano i materiali da costruzione generalmente utilizzati sul territorio aiuta le amministrazioni a pianificare gli interventi e tutelare la salute dei proprio concittadini.

Per questo Laborad promuove il monitoraggio del gas Radon presso le amministrazioni comunali in collaborazione con la Società Italiana Radon al fine di offrire il migliore servizio possibile alle Amministrazioni Comunali per la tutela della salute di tutti i cittadini, specialmente nelle zone ad alto rischio di presenza di gas tellurici.

Per informazioni e per un preventivo gratuito, contattate l’esperto Laborad.