misure rumore ultrasuoni

Misure fonometriche del rumore e degli ultrasuoni

misure rumore ultrasuoni

Una fonte di inquinamento poco considerata ma estremamente diffusa è l’esposizione eccessiva ai rumori, dove per eccessiva si intende un’esposizione prolungata o anche una più limitata ma a un livello molto alto. È fondamentale usare dispositivi di protezione dell’udito, quando necessario.

 Questo tipo di inquinamento, detto inquinamento acustico, ha numerosi effetti nocivi sulla salute, a livello:

  •  uditivo;
  • cardiocircolatorio;
  • nervoso;
  • digestivo.

Le cause di questo problema sono da ricercarsi nell’ambiente esterno (traffico veicolare o aereo, presenza di attività lavorative e/o industriali nei dintorni, ecc.) ma anche all’interno delle mura domestiche e, in particolare, nel rumore nei luoghi di lavoro.

Gli esperti qualificati Laborad sono abilitati al rilascio di perizie fonometriche valide sia per gli ambienti lavorativi (D.Lgs 81/08, Titolo VIII, Capo II) e residenziali e realizzano piani di zonizzazione acustica per le pubbliche amministrazioni o valutazioni preventive per i cantieri di lavoro.

Contattateci per un preventivo gratuito di valutazione del rischio rumore personalizzato sulle vostre esigenze, nella sezione Contatta l’esperto Laborad.

 ULTRASUONI

Il rischio derivante da esposizione agli ultrasuoni può essere presente in diversi contesti lavorativi, tra cui:

  • Laboratori Analisi e ambulatori medici, dentistici o veterinari
  • Sale operatorie (chirurgiche e microchirurgiche o oculistiche)
  • Industrie farmaceutiche
  •  Industrie meccaniche e di sgrassaggio
  • Industrie elettroniche
  • Laboratori chimici
  • Lavaggio attrezzatura nautica/subacquea o di campioni mineralografici e similari
  • Industria orafa o di orologi

La principale conseguenza di un’esposizione a ultrasuoni è la possibilità di riportare danni uditivi, quando non vengono impiegati opportuni dispositivi di protezione dell’udito. La necessità di esaminare attentamente questo rischio è tanto più importante perché la fonte di ultrasuoni spesso non emette frequenze nel campo udibile dell’uomo, pertanto la sorgente, anche se presente, non è avvertita dall’operatore e tende ad essere sottovalutata, quando non completamente ignorata.

Il D.Lgs 81/08, Titolo VIII – Capo I, include gli ultrasuoni nell’ambito degli agenti fisici da valutare al fine di poter implementare le opportune misure di prevenzione e protezione a tutela della salute e sicurezza dei lavoratori. La valutazione degli ultrasuoni risulta estremamente complessa, poiché i fonometri tradizionali non sono sufficienti per lo scopo e sono necessari specifici microfoni in grado di registrare le frequenze non udibili.

Laborad si avvale per queste misurazioni di strumentazione certificata e tarata presso centri di taratura certificati.

Effettuiamo valutazioni preliminari per la formulazione di un preventivo gratuito su misura per le vostre necessità. Per ulteriori informazioni contattateci alla sezione contatta l’esperto Laborad.

 

FONOMETRIE

Le analisi fonometriche condotte dagli esperti Laborad nell’ambito della valutazione del rischio rumore vengono eseguite ai sensi del Testo Unico Sicurezza D.Lgs 81/08, Titolo VIII, Capo II.

misura rumore industriaD. Lgs. 81/08 – Titolo VIII – Capo II

La valutazione del rischio rumore include:

– fonometrie (misure e analisi del rumore) per valutare il livello, il tipo e la durata dell’esposizione al rumore
– la valutazione dei dispositivi di protezione dell’udito in base alle caratteristiche di attenuazione (valutazione rumore)
– la misura (fonometria) delle postazioni di lavoro e caratterizzazione per ciascuna del LEX (Livello di Esposizione Giornaliera al Rumore) riferito a una giornata lavorativa di 8 ore oppure a una settimana (analisi rumore, valutazione effetti).

A seguito di una valutazione del rischio rumore deve essere possibile identificare le sorgenti o le attività su cui intervenire per il controllo del rischio, identificare i luoghi di lavoro e i lavoratori da sottoporre a specifici protocolli di prevenzione e protezione e valutare le condizioni per la scelta dei dispositivi di protezione individuale adatti al caso.

Gli esperti Laborad possono inoltre aiutarvi in ogni altra incombenza relativa all’inquinamento acustico, tra cui:

– Progettazione e realizzazione della classificazione acustica del territorio, in base a quanto stabilito dalle norme vigenti
– Collaborazione con le amministrazioni comunali per definire i piani di risanamento acustico
– Insonorizzazioni e bonifiche
– Fornitura di materiali per la protezione dal rumore (con proprietà fonoassorbenti, fonoisolanti, antiriverbero), in base a quanto ritenuto necessario a seguito di valutazioni ed analisi del rumore eseguite da un professionista.

La fonometria viene eseguita con strumenti specifici che permettono di misurare l’intensità del rumore (in decibel) e i livelli delle bande di frequenza esaminate in ottave o frazioni di ottava.
Le misure e la strumentazione utilizzata rispondono alla norma vigente (DM 16/03/1998, Decreto Attuativo della Legge Quadro 447/95.

Soltanto le misure effettuate ai sensi di legge garantiscono dati correttamente interpretabili ai fini legali.

 

Per richiedere ulteriori informazioni o un preventivo gratuito in base alle vostre esigenze, visitate la sezione contatta l’esperto.