Lavorazioni in ambienti sospetti di inquinamento o confinati

Il DPR 177/2011 stabilisce che qualsiasi attività lavorativa all’interno di spazi sospetti di inquinamento o confinati (ad esempio serbatoi, silos, cisterne, intercapedini) possa essere svolta unicamente da personale da imprese o lavoratori autonomi qualificati. In particolare è necessario che gli operatori abbiano svolto un opportuno addestramento sulle procedure di lavoro e per l’uso di DPI, strumenti, attrezzature di lavoro idonei alla prevenzione dei rischi specifici legati a questo tipo di attività (secondo quanto previsto dagli artt. 66, 121 e all. IV p.3 del D.Lgs 81/08).

 

Laborad dispone di tecnici addestrati per le lavorazioni in spazi confinati e di tutto il materiale necessario per svolgere l’attività in sicurezza.

 

Per favorire le aziende che vogliano qualificare i loro dipendenti attraverso corsi specifici, effettuiamo anche il noleggio della strumentazione di sicurezza a partire da 300€+IVA a settimana (escluse spese di spedizione).

Il kit comprende: tripode (treppiede) di sicurezza in alluminio regolabile in altezza, verricello, arrotolatore anticaduta retrattile 20 mt.

Contattaci per un preventivo gratuito nella sezione contatta l’esperto.

thermoscreen screening febbre epidemie

Thermoscreen

ThermoScreen di OptoTherm costituisce il sistema più accurato e preciso per lo screening di massa di temperature corporee elevate, che potrebbero indicare febbre. Identificando potenziali infetti, ThermoScreen può aiutare a prevenire la diffusione di patologie contagiose come l’influenza, la H1N1, l’influenza aviaria, SARS o Ebola.

Continua a leggere

formazione sicurezza lavoro

Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro

formazione sicurezza lavoroFormare e informare, per un ambiente di lavoro più sicuro

La formazione di tutte le figure aziendali, dal Datore di Lavoro ai lavoratori, è una componente essenziale della gestione della sicurezza sul lavoro.

I corsi per la sicurezza, infatti, oltre a essere obbligatori ai sensi del Decreto Legislativo 81/2008, sono fondamentali per far comprendere a tutti, a partire dai neoassunti e chi ha subito un recente cambio di mansione, i concetti generali di pericolo nei luoghi di lavoro, i rischi specifici presenti in azienda, le misure di prevenzione e protezione messe in atto dal Datore dl Lavoro e dal Servizio di Prevenzione e Protezione al fine di controllare i rischi e modalità e strumenti per gestire eventuali emergenze.

Chi deve essere formato?

La formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro riguarda tutti i soggetti presenti in azienda. La formazione per la sicurezza del Datore di Lavoro, che è diversa qualora il Datore di Lavoro svolga anche compiti di RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione), è il primo e irrinunciabile passaggio. Devono inoltre essere formati tutti i lavoratori presenti in azienda, indipendentemente dal tipo di contratto (dipendenti a tempo indeterminato o determinato, contratti di somministrazione, stage, apprendistato…); la formazione dei lavoratori prevede una formazione relativa alla sicurezza generale e, qualora l’azienda li presenti, un modulo relativo ai rischi specifici.

Anche l’RSPP deve seguire corsi di formazione specifici, differenziati in base alla tipologia di azienda in cui svolge la sua funzione. È poi necessario formare relativamente alle aree di intervento, gli addetti alle emergenze e primo soccorso, gli RLS e tutti i lavoratori che, nello svolgimento delle loro attività, vengono esposti a particolari rischi (rischio chimico, rischio biologico, lavoro in ambienti confinati, ecc ecc). La formazione è, inoltre, differenziata per categorie di rischio (rischio basso, medio o alto).

La formazione è davvero necessaria?

L’obbligo della formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro è sancito dal D.Lgs. 81/08. Il mancato rispetto dell’obbligo comporta sanzioni molto gravi.

Le modalità della formazione vengono dettagliate nel Decreto medesimo e negli Accordi Stato-Regioni.

Per un Datore di Lavoro può essere spesso difficile seguire gli obblighi di formazione all’interno dell’azienda, specie in aziende dalla struttura complessa. È quindi opportuno rivolgersi a professionisti specializzati che possano supportare il Datore di Lavoro nella selezione dei corsi da effettuare e i relativi aggiornamenti periodici.

Perché rivolgersi a Laborad?

Laborad si occupa da anni di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro in molte aziende; la grande esperienza, unita alla conoscenza diretta dei rischi tipici delle realtà in cui i tecnici Laborad effettuano sopralluoghi e valutazioni dei rischi, fa sì che i corsi di formazione seguiti da Laborad siano sempre su misura per il cliente e per i suoi lavoratori.

I corsi di formazione per la sicurezza dei lavoratori, realizzati secondo il vigente Accordo Stato-Regioni da formatori qualificati con esperienza pluriennale, possono essere effettuati presso la sede del cliente, anche in lingua inglese.

 

Richiedi un preventivo gratuito della formazione necessaria nella tua azienda, contattando gli esperti Laborad.

Analisi di pesticidi negli alimenti e in agricoltura

Un nuovo metodo per rilevare i residui di pesticidi nei cibi

rapido, efficace e a basso costo


Hai acquistato frutta e verdura per il tuo negozio o ristorante e vuoi sapere se ci sono residui di pesticidi?

Sei un agricoltore e vuoi mostrare a tutti, con i fatti, che coltivi in modo naturale?

Allora Laborad ha la soluzione giusta per te!

 

Quante volte, volendo dimostrare la naturalezza dei prodotti da te coltivati ti sei scontrato con il costo delle varie certificazioni “Bio”?

E quante volte un piccolo agricoltore, privo di certificazioni, ci ha detto “Fidati, non preoccuparti, ho curato personalmente tutte le mie piante senza mai far uso di sostanze chimiche!”?

Un problema irrisolvibile?

Nel dubbio, sicuramente ora o in passato, avrai sentito la necessità di effettuare delle analisi per verificare la presenza di residui di pesticidi nei prodotti venduti o acquistati, una necessità che probabilmente avrai però accantonato per gli alti costi da sostenere per gli esami in rapporto al valore modesto del prodotto.

Da oggi, non è più così!

Nel laboratorio interno Laborad abbiamo finalmente a disposizione un metodo innovativo per rilevare, con una sola analisi, la presenza di residui di oltre il 70% dei fitofarmaci attualmente utilizzati in agricoltura, con costi ridottissimi (meno di 20 euro a campione!) e con tempi di analisi molto brevi (qualche ora!).

Perché misurare?

Sei un venditore o un ristoratore? Con le nostre analisi potrai finalmente dimostrare con i fatti, non solo con le parole, a tutti i tuoi clienti la qualità del prodotto che vendi!

Sei un piccolo produttore agricolo? Spesso un piccolo coltivatore, nonostante la cura e l’attenzione profusa alla coltivazione dei prodotti, non riesce ad ottenere il giusto compenso per i propri sforzi perché non riesce a sostenere gli elevati costi di una certificazione “Bio”. Da oggi, però, tutti possono dimostrare, con un investimento minimo, la sicurezza dei propri prodotti.

 

Sei semplicemente curioso? Allora che aspetti, togliti la curiosità di vedere l’invisibile!

Cosa posso misurare?

Le misure dei pesticidi possono essere eseguite su campioni di frutta, verdura, cereali, semilavorati, cibi cucinati e tanti altri alimenti diversi e persino su acqua potabile o un terreno agricolo, anche se contaminati da residui di pesticidi in concentrazioni bassissime.

Cosa serve?

Basta un campione di qualche grammo, ad esempio di verdura, e un investimento di poche decine di euro per poter verificare la bontà del tuo prodotto e la sicurezza di quello che compri o vendi!

Richiedi maggiori informazioni o un preventivo gratuito contattando i nostri esperti Laborad o mandandoci un messaggio via WhatsApp.

 

E scoprirai quanti vantaggi potrai ottenere al costo… di una pizza! (a proposito, se vuoi possiamo analizzare anche quella!)

analisi pesticidi alimenti agricoltura

Analisi di pesticidi negli alimenti e in agricoltura

analisi pesticidi alimenti agricoltura laboradUn nuovo metodo per rilevare i residui di pesticidi nei cibi

rapido, efficace e a basso costo

 

Hai acquistato frutta e verdura e vuoi sapere se ci sono residui di pesticidi?

Vuoi assicurarti che ciò che compri come “Agricoltura Bio” lo sia veramente?

Abbiamo la soluzione giusta per te!

 

Quante volte, comprando alimenti, quali frutta o verdura, ci siamo tutti chiesti se fosse davvero priva di residui di pesticidi potenzialmente dannosi per la salute, come dice l’etichetta?

E quante volte un piccolo agricoltore, privo di certificazioni, ci ha detto “Fidati, non preoccuparti, ho curato personalmente tutte le mie piante senza mai far uso di pesticidi!”?

 

Ma sarà vero?

Nel dubbio, sicuramente ora o in passato, avrai sentito la necessità di effettuare delle analisi per verificare la presenza di residui di pesticidi negli alimenti venduti o acquistati, una necessità che probabilmente avrai però accantonato per gli alti costi da sostenere per gli esami in rapporto al valore modesto del prodotto.

 

Da oggi, non è più così!

Nel laboratorio interno Laborad abbiamo finalmente a disposizione un metodo innovativo per rilevare, con una sola analisi, la presenza di residui di oltre il 70% dei fitofarmaci attualmente utilizzati in agricoltura, con costi ridottissimi (meno di 20 euro a campione!) e con tempi di analisi molto brevi (qualche ora!).

 

analisi pesticidi alimenti agricoltura bambinoPerché misurare?

Sei a capo di un gruppo di acquisto? Con una sola analisi regalerai la serenità a tutti i tuoi amici.

Hai un bambino? Verifica gli alimenti che compri e l’acqua che usi per il tuo piccolo: purtroppo, non sempre una maggiore spesa equivale a ottenere maggiore sicurezza!

Sei semplicemente curioso? Allora che aspetti, togliti la curiosità di vedere l’invisibile!

 

Cosa posso misurare?

Laborad può eseguire le misure dei pesticidi possono essere eseguite su campioni di frutta, verdura, cereali, semilavorati, cibi cucinati e tanti altri alimenti diversi e persino su acqua potabile e terreni agricoli, anche se contaminati da residui di pesticidi in concentrazioni bassissime.

 

Cosa serve?

Basta un campione di qualche grammo, di un frutto ad esempio, e un investimento di poche decine di euro per poter verificare la bontà del tuo prodotto e la sicurezza di quello che compri, anche se non viene da agricoltura biologica!

 

Richiedi maggiori informazioni o un preventivo gratuito contattando l’esperto Laborad o mandandoci un messaggio via WhatsApp.

 

Scoprirai quanti vantaggi potrai ottenere al costo… di una pizza! (a proposito, se vuoi possiamo analizzare anche quella!)

nuove norme radon puglia laborad

Nuove norme per il gas Radon nella Regione Puglia

 

Con la legge regionale 30 del 3 novembre 2016, la Regione Puglia ha fissato nuove e più restrittive norme per la riduzione dell’esposizione al gas Radon negli edifici, in riconoscimento della pericolosità di tale gas (secondo responsabile di tumore al polmone dopo il fumo) e della necessità di prevenirne l’accumulo negli ambienti di vita e lavoro.

È quindi ora obbligatorio, per gli edifici presenti nel territorio della Regione, adeguarsi alle nuove norme, pena la sospensione della certificazione di agibilità dei locali.
Vediamo nel dettaglio quanto previsto dalla legge.

Continua a leggere

Pubblicato l’aggiornamento delle linee guida sulle Fibre Artificiali Vetrose

La Conferenza Stato-Regioni, nella seduta del 10 novembre scorso, ha approvato l’aggiornamento 2016 delle “Linee guida per l’applicazione della normativa inerente ai rischi di esposizioni e le misure di prevenzione per la tutela della salute” in materia di Fibre Artificiali Vetrose (documento scaricabile qui.

Continua a leggere

antenna

Approvato il decreto per le linee guida sui valori di assorbimento dei campi elettromagnetici da parte degli edifici

Approvato, a firma del Ministro dell’Ambiente Galletti, il decreto ministeriale concernente le linee guida per la determinazione dei valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici.

Continua a leggere

radio

Nuovi limiti per la radioattività nelle acque

Da marzo 2016 è legge anche in Italia il valore limite per la presenza di Radon nelle acque destinate al consumo umano (acque potabili, in bottiglia o usate nell’industria per la preparazione di alimenti).

Continua a leggere

D lgs 159 2016 campi elettromagnetici lavoro electrosmog laborad

Nuovo D.Lgs. 159/2016: campi elettromagnetici sul lavoro

È stato pubblicato il 18 agosto scorso il Decreto Legislativo 1 agosto 2016, n. 159 recante titolo “Attuazione della direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) e che abroga la direttiva 2004/40/CE”.

Continua a leggere