A.U.A.: Provvedimento unico in materia ambientale

In data 13 giugno 2013 è stata approvata, grazie al D.P.R. 13 marzo 2013, una nuova autorizzazione volta a semplificare i compiti delle così dette PMI, ovvero le piccole e medie imprese: l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA).

Quest’unico regolamento, recepito dalla Provincia e di durata pari a 15 anni, va a sostituire e includere tutti i documenti abilitativi in tema ambientale (permesso per lo scarico di acque reflue industriali, l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera, valutazione di impatto acustico, l’autorizzazione al recupero o allo smaltimento dei rifiuti, etc.), semplificando quindi le procedure che l’impresa deve effettuare. Prima infatti, era necessario chiederli e ottenerli in maniera separata, mentre ora basta rivolgersi allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), l’unico organo autorizzato al rilascio di tale autorizzazione.

Grazie a questo snellimento burocratico, sono previsti risparmi per le PMI di oltre 700 milioni di euro (in base al MOA), oltre al vantaggio di avere un’autorizzazione di lunga durata.

Oltre alle PMI, l’A.U.A. si applica anche agli impianti produttivi non soggetti alle disposizioni in materia di Autorizzazione Integrata Ambientale, mentre rimane facoltativa per l’attività soggetta solo a comunicazioni o ad autorizzazione di carattere generale (AVG).

Attualmente manca l’apposito modello unico, non ancora introdotto tramite Decreto Ministeriale, quindi per presentare la domanda di AUA si deve compilare un differente modulo provvisorio e in esso dovranno poi, essere allegati tutti i documenti necessari.

La tempistica per il rilascio varia fra i 120 e i 150 giorni.

Si invitano quindi tutti i titolari delle PMI e non solo, ad aggiornarsi in materia e a conformarsi a norma di legge. LABORAD srl, con il suo team di esperti, è a disposizione per analizzare le Vostre esigenze e fornire il supporto necessario all’ottenimento di tale documento.